Le Donne in Italia – Bologna Convegno FIDAPA

faralliSi è concluso a Bologna, nella sala dei Carracci dell’ Unicredit Banca, il corposo convegno LA DONNA IN ITALIA ECONOMIA CULTURA POLITICA ( 22-23 marzo 2013),( programma pdf )  organizzato dalla locale sezione FIDAPA – BPWITALY, in collaborazione con il DISTRETTO NORD EST. Il convegno ha fatto il punto sulla situazione della Donna in Italia nella politica, nell’economia e nella comunicazione.

Felice la scelta delle relatrici, tutte di grande prestigio scientifico e impegnate nella difesa dei diritti e della promozione delle donne, che hanno offerto una panoramica di tutte le criticità femminili, ma nello stesso tempo hanno proposto soluzioni che possono contribuire gradatamente a far acquisire alle donne il coraggio delle loro scelte e il miglioramento della loro posizione nella società. Importante anche il contributo delle socie Fidapa che sono intervenute con relazioni riguardanti il rapporto Donne Media e associazionismo, in cui si è  evidenziato  il persistere di stereotipi di genere nell’atteggiamento della stampa e della pubblicità verso la donna in generale (Clotilde Baccari, Ida Bressan, Daniela Rossi), sull’empowerment e sul tema nazionale (Pia Petrucci, Carla Castellucci, Carla Ciani), sulle Linee di indirizzo del Sesto Rapporto italiano sulla Cedaw (Prof. Carla Faralli-Università di Bologna) e infine la Prof.ssa Rema Rossini Favretti (Università di Bologna) su Nuovi linguaggi e profili nella rappresentazione delle donne.

Nella giornata di venerdì 22, dopo i saluti della Presidente distrettuale Anna Giovannoni, che ha introdotto le tematiche del Convegno,  si è analizzata prevalentemente la situazione del mercato del lavoro – Donne e Lavoro : l’Italia e l’Europa-  con la prof.ssa Linda Sabbadini (Direttore ISTAT Statistiche sociali e ambientali), che ha presentato i numeri della crisi economica ed in particolare la precaria condizione delle donne strette tra inoccupazione e disoccupazione, senza immediata speranza di modificare le proprie precarietà,  mentre la dott.ssa Rita Finzi (Vicepresidente Lega Coop-Bologna) in – Donne e Impresa – ha rilevato che le donne hanno peculiarità che ben si adatterebbero alla responsabilità richiesta dalle cariche di vertice, ma mancano di combattività, disprezzano ciò che le allontana dall’etica, e faticano a rivendicare remunerazioni più consone ai loro meriti. Ne deriva una disuguaglianza con l’uomo che si aggrava più si sale  verso i vertici del potere.  A conclusione della prima parte del convegno la lectio del Prof. Giacomo Manzoli (Università di Bologna) Donne e politica: immaginario e rappresentazione, interessante rassegna di personaggi femminili che la cinematografia occidentale ci ha proposto, soffermandosi a riflettere sul perchè il cinema italiano è  carente di figure di donne forti  e vincenti.

Nella giornata di sabato 23 tra le relazioni, tutte di altissimo interesse, spicca l’intervento del  Prof. Stefano Zamagni (Università di Bologna) Donne e sviluppo sociale, complesso e tutto a favore di un ripensamento del management delle imprese verso il  massimo utilizzo della donna perchè portatrice di una visione diversa ma complementare del lavoro , quindi capace di ottimizzare i risultati. Ci sono piaciuti inoltre gli interventi della Dott.ssa Roberta Mori (Consigliera Regione ER e Presidente Commissione assembleare per la Parità) e della prof. Susi Pelotti, Direttore Scuola di Specializzazione in Medicina Legale (Università di Bologna), il primo sulla propria esperienza politica come Consigliere regionale, il secondo sulle difficoltà che incontrano le ricercatrici italiane perchè donne nella valorizzazione delle proprie competenze, perfino in contesti europei. Altri interventi interessanti quello della Politologa Donatella Campus e della Consigliera di Parità dell’ER  Rosa Amorevole. Quest’ultima ha presentato  una  indagine sulle donne professioniste, evidenziando i progressi delle donne anche in ambiti riservati agli uomini, come l’ordine degli Ingegneri, ma anche il persistere di gravi disparità di reddito.

Il Distretto Nord Est ringrazia la prof.ssa Paola Monari (Università di Bologna), presidente della Sezione di Bologna , per aver curato un convegno di così alto livello che necessita ora di essere capitalizzato con interventi mirati, di cui il Corso sulla Governance, che si terrà nel mese di giugno, sarà il primo risultato.

Il Convegno può essere  ritenuto un’iniziativa che risponde alle finalità del tema nazionale della FIDAPA – BPWITALY  e del tema  internazionale della BPWINT.:  promuovere l’empowerment economico delle donne; promuovere la partecipazione delle donne alla Governance; promuovere la presenza delle donne nel mondo della politica, nei ruoli dirigenziali e nei CDA, mediante incontri di informazione-formazione. (i.c.b.)