Leonor Fini Memorie Triestine

Domani giovedì 16 novembre all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles vernice della mostra dedicata a Leonor Fini. La mostra multimediale di pittura, musica e luce dedicata alla grande artista di Trieste sarà inaugurata dal direttore dell’IIC Paolo Grossi e dalla curatrice Marianna Accerboni con uno speciale contributo video inedito di Gillo Dorfles. L’esposizione si propone di portare nel cuore d’Europa l’artista Leonor Fini, argentina di nascita e triestina d’adozione, riunendo per la prima volta un’ottantina di opere, molte delle quali inedite, espressione del suo personale lessico surrealista e della sua personalità. Bruxelles è la prima tappa di un ciclo espositivo che vedrà la mostra toccare, nel 2018, Parigi, Laveno Mombello (Varese) e si concluderà a Trieste, città dove la Fini crebbe e si formò, e da dove – idealmente – la mostra prende avvio. Nell’ambito del progetto espositivo, verrà editato un volume curato da Accerboni con annesso il video delle interviste integrali sulla Fini (riprese e montaggio Barbara Mapelli) e un approfondimento ragionato dei temi sviluppati nell’esposizione e pubblicato con con il sostegno tra gli altri della Sezione Fidapa Trieste Storica