Convegno Distrettuale nell’ambito del Gemellaggio tra i Distretti Nord Est e Centro

locandina convegno FIDAPAIl 15 giugno 2013 si terrà a San Donà di Piave, in Sala V. Ronchi, Piazza Indipendenza 25, il Gemellaggio tra i Distretti Nord Est e Centro della F.I.D.A.P.A. – bpwitaly. L’incontro è previsto per le ore 09.30 alla presenza della Presidente Nazionale, avv. Eufemia Ippolito, e dalle socie di entrambi i distretti, desiderose di partecipare a questo momento associativo. Le Presidenti distrettuali, Anna Giovannoni e Rossella Poce, hanno inteso stringere un patto di gemellaggio a seguito della richiesta di una socia della Sezione di Fondi, la dott.ssa Rosa Maiorino, di poter far conoscere nel nostro territorio una sua pubblicazione dal titolo «I pionieri del Salto di Fondi-Storie vissute e raccontate», ritenendo che l’argomento potesse essere di nostro interesse in quanto riguarda le vicende di alcune famiglie venete emigrate nell’agro laziale, e precisamente nella zona di Fondi e Terracina negli anni trenta del secolo scorso. Lei stessa discende da una famiglia di pionieri, i Lovisetto, provenienti da Meolo. La lettura del libro, che riporta dalla viva voce dei discendenti, ancora residenti nel Lazio, la dura esperienza di questi nostri conterranei coraggiosi e indigenti, ma dotati di coraggio e spirito di sacrificio, ci ha commosso, anche perchè il libro è corredato da foto d’epoca che fanno rivivere tradizioni, ambienti, sentimenti e riti famigliari, che ci riportano indietro nel tempo. Abbiamo quindi pensato di far seguire alla firma del gemellaggio un Convegno dal titolo ” Incontro tra l’Agro Pontino e il Veneto. Il contributo di fatica e coraggio delle donne della bonifica”, in cui oltre a presentare il libro “I pionieri del Salto di Fondi-Storie vissute e raccontate», fosse possibile approfondire la figura della donna nella bonifica e portare alla riflessione che, nonostante la predominanza dell’elemento codificato come “maschile” nell’intervento territoriale della bonifica e nelle sue rappresentazioni, le donne hanno avuto un ruolo importante (ma spesso misconosciuto) nel lavoro e risanamento delle campagne nuove e nel rinnovamento della civiltà contadina che la bonifica ha innescato. Partendo dalla considerazione che San Donà di Piave è il capoluogo di un territorio interessato dalla bonifica del Basso Piave e che vi si trovano importanti strutture facenti riferimento al tema come il Museo della Bonifica e il Consorzio di Bonifica Veneto orientale, che vi sono stati organizzati molteplici convegni di studio, fin dal 1922, e che vi è un interesse diffuso per la storia locale, abbiamo ritenuto interessante l’invito ad approfondire le direttrici della migrazione locale verso aree interessate dalla bonifica laziale che avessero come protagonisti uomini e donne provenienti da paesi veneti confinanti o vicini a San Donà di Piave, anche se l’interesse per l’argomento è andato oltre interessando anche comuni più lontani come Rovigo, ma simili nei problemi idraulici e antropologici. Il Patto di Gemellaggio costituisce una formale attestazione di reciprocità di relazioni privilegiate, finalizzato ad intensificare rapporti e scambi culturali, sociali, con costante riferimento ad una azione comune per la solidarietà e la reciproca collaborazione. Le attività dei gemellaggi sono “di importanza vitale per l’integrazione delle sezioni e dei distretti”; aprono nuove prospettive all’influenza sul piano dei rapporti reciproci. Quindi, grande attenzione viene anche posta ai “contenuti” dei gemellaggi, in modo che, nella assoluta fedeltà ai principi ispiratori della FIDAPA, essi possano tenere conto delle implicazioni sociali e culturali, con riferimento anche ai Programmi Nazionali ed Internazionali nel campo economico, scolastico, della cultura, ecc. brochure convegno FIDAPA (1)

Poesia letta alla cerimonia di Gemellaggio tra il Distretto Nord Est e il Distretto Centro e in particolare dedicata alla Presidente del Distretto Nord Est, Anna Giovannoni e alla Presidente della Sezione di Legnago e Basso Veronese, Ornella Princivalle

DONNA e DONNA

Ti sono di fronte, donna,

con la mia anima di donna,

dove cresce una pianta di rosa nell’abbraccio

che punge e annoda il percorso degli anni.

Il tuo scialle accarezza, senza paura,

mani con le perle dell’unghia

lungo il cammino

ferito da echi di voci a mitraglia

e folate di vento

sui palpiti racchiusi nel petto.

Ora mi contagia il tuo tocco

mentre sparti con grazia

il sapido pane della tua terra,

sul varco di una cinta d’edera e sasso,

che include il nostro pensiero.

Qui uno spago lucente di seta

saldo mi lega alla dolce fermezza

d’avere le tue meraviglie,

in questo aduno prezioso di donne,

ove la mente canta col cuore.

Luciana Gatti

Interventi:

Saluto della Presidente distrettuale Anna Giovannoni